Contributo fondo perduto per avviamento di attivita' imprenditoriali nelle zone rurali Astigiane

Il Contributo agevola l’avvio di attività specificamente connesse al turismo rurale, e quindi la creazione di nuova occupazione, con particolare attenzione alle attività di accoglienza (piccola ricettività funzionale alla fruizione degli itinerari e nelle aree con comprovata carenza di strutture ricettive, e ristorazione) e alla fornitura di servizi di carattere culturale, di accompagnamento turistico.

Saranno sostenute anche le attività artigianali tradizionali connesse ai comparti dell'economia rurale ove queste siano funzionali al miglioramento dell'attrazione turistica del territorio, facendo leva sui suoi prodotti caratteristici.

A chi è rivolto il bando?

• persone fisiche che avviano una nuova attività imprenditoriale con sede legale ed operativa in area GAL Terre Astigiane;

• microimprese di recente costituzione (data di iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio antecedente alla presentazione della domanda al massimo di 180 giorni).

Per poter beneficiare del premio bisogna avere realizzato un Business Plan validato dal servizio regionale MIP (www.mettersinproprio.it). La validazione del Business Plan da parte del MIP rappresenta il requisito indispensabile per la presentazione della domanda di contributo.

L’intervento deve essere localizzato nel territorio comunale dei Comuni facenti parte del GAL astigiano.

Quali sono le agevolazioni previste?

Contributi a fondo perduto: le risorse disponibili ammontano a € 120.000,00 euro. La tipologia di intervento eroga un aiuto forfettario per cui non è direttamente collegabile ad operazioni o investimenti sostenuti dalla nuova impresa. Il premio erogato in conto capitale sarà di € 20.000,00 per impresa avviata.

Quali sono i termini per la presentazione delle domande?

Domande presentabili OBBLIGATORIAMENTE entro le ore 12,00 del 30.04.2022.

Quali sono i progetti finanziabili?

ll sostegno verrà riservato ad attività da avviare nell’ambito del turismo rurale e fra le varie:

1. accoglienza, intesa come piccola ricettività in linea con il turismo rurale;

2. fornitura di servizi al turismo, ad esempio punti di rifornimento per servizi di trasporto a basso impatto ambientale – bici o auto elettriche, attività di noleggio attrezzature per cicloturismo, organizzazione servizi di trasporto con piccoli mezzi specializzati, attività di trasporto destinate alle persone con disabilità/difficoltà, …;

3. organizzazione di servizi culturali, servizi di accompagnamento al turista in attività esperienziali alla scoperta del territorio, etc ...;

4. attività di informazione e promozione in ambito informatico (creazione di software, sistemi per la guida ai turisti sia tramite web che tramite app installabili su device mobili, ecc.)

...altro!!

E' un'occasione davvero importante da cogliere subito visti i tempi ristretti... Contattaci ORA!

In MVItalia rimaniamo a disposizione per una valutazione gratuita del progetto e per l’eventuale istruttoria della domanda di contributo.

www.mvitalia.com/
Contributo fondo perduto per avviamento di attivita' imprenditoriali nelle zone rurali Astigiane