Antica Bottega del Tartufo

In questo angolo di mondo così particolare ha trovato il suo habitat ideale il tartufo, dove nasce spontaneamente nel terreno sottostante, fresco ed umido degli alberi, con i quali vive in simbiosi. “Frutti” unici ed inimitabili, nel corso dei decenni sono diventati talmente legati alle caratteristiche del territorio, da aver decretato ormai da più di mezzo secolo la nascita della “Fiera Internazionale del tartufo Bianco d’Alba”.

In queste zone Gianluca Sacchetto ha iniziato la sua attività quando, ancora ragazzo con il nonno ed il loro fedele cane “Tabui” (bastardino), dotato di un olfatto particolarmente sviluppato, vagavano di notte di collina in collina. Oggi si ripete questo rito della “cerca” con altri cani addestrati, seguendo un metodo che coinvolge il cercatore di tartufi ed il suo fedele animale con criteri di amicizia leale e obbedienza al tempo stesso. Cercare e trovare tartufi è un gioco divertente per il cane e, per qualunque trifolao, una grande soddisfazione che va ben oltre il ricavo economico